Reggia di Caserta

Sito web, ricerche storiche, ricostruzioni virtuali 3D ed ipotesi di riallestimento della Reggia di Caserta

INDICE

Da una mia grande passione per l'arte, è nato un esteso progetto (ipotetico) di valorizzazione per questo Monumento.

Sito web

Il seguente sito web è in italiano ed inglese, a livello di qualità dei testi, ed approfondimento storico-artistico, ed è senz’altro tra i principali e più completi siti web dedicati alla Reggia di Caserta. Inoltre sono l’autore di quasi tutti gli articoli (in italiano ed inglese) e delle fotografie.

Da quando questo sito è nato sul web la Reggia di Caserta è sempre meno definita “Versailles italiana” o “piccola Versailles”, bensì quale “Palazzo reale più grande al mondo”.

Ricostruzione virtuale del Parco

Il Parco della Reggia di Caserta non fu mai costruito come da progetto originale di Luigi Vanvitelli. Quello sottostante è una ricostruzione virtuale tramite modellazione 3d della porzione di Parco riquadrata in rosso

Ricostruzioni in modellazione 3D

 

Ricostruzione ufficiale istituzionale

Questa sotto è la ricostruzione ufficiale istituzionale pubblicata dalla pagina Facebook della Reggia di Caserta. Non sono io il realizzatore.

Ipotesi ricostruttive nel Parco

In seguito a mie ricerche storico-artistiche approfondite, sono arrivato ad ipotizzare molte ricostruzioni. (non le pubblico tutte essendo molte.)

Ripristino di una fontana

Dallo studio di testi antichi e da varie mie ricerche, è emerso che questa fontana avesse al tempo cento getti d’acqua, pertanto sarebbe apparsa simile alla mia ricostruzione. Ho inoltre inserito il parterre di fiori per completezza.

Costruzione di un parterre

Ho ipotizzato la costruzione di un parterre fiorito secondo gli stilemi classici dei vari manuali di giardinaggio del ‘700. I vari elementi sono stati posizionati ricercando una sintesi tra la struttura presente, ed i progetti dei manuali, ad eccezione dei vasi di oleandro non presenti al tempo.

Ripristino di un viale

Oggi questo viale è solo un pallido ricordo della bellezza passata. Pertanto l’ho ricostruito virtualmente con la tecnologia 3D.

Tramite la modellazione ed il rendering 3D, ho ricostruito questo viale del Giardino Inglese, ripristinandone il viale alberato presente in origine, ed oggi scomparso. Ho creato un video per mostrarne il risultato finale.

Attivare l’audio

Riarredo delle sale​

Da scenografo estremamente appassionato di antiquariato, posso datare un oggetto antico, e riarredare una sala in modo filologicamente corretto.

Nel caso della Reggia di Caserta, a mio parere, parte delle sale degli appartamenti privati dei reali necessitano di una risistemazione degli arredi. Ad esempio, alcune sale non sono più allestite in modo da rispondere all’utilizzo originario (ad esempio, un salotto ora è descritto e presentato come sala da lettura).

Va da se che, prima di un riallestimento, bisogna effettuare uno studio dei cerimoniali di corte e degli inventari storici delle Sale ma, non avendo a disposizione ciò, le ricostruzioni sottostanti vogliono dare solo un’idea del risultato finale.

Vedi anche: Riallestimento di un palazzo antico

Anticamera di Murat

Il nome di tale sala è una definizione generica, in quanto tale sala non fu mai l’anticamera di Joachim Murat, ma fu creata dopo lo smembramento della collezione di arredi della Reggia di Portici. Pertanto non l’ho arredata come un’anticamera vera e propria, ma ho mantenuto l’aspetto attuale di un salotto.

Essendo fotomontaggi, gli oggetti inseriti potrebbero avere proporzioni distorte.

Sala del Consiglio

La Sala del Consiglio attualmente ha un arredamento generico: ad esempio quel tavolo al centro è un oggetto puramente decorativo tra l’altro anticamente localizzato in un’altra Sala.

Ho ricostruito un’ipotesi di Sala del Consiglio reinserendovi il tavolo per la riunione oggi mancante. Inoltre ho reinserito un salotto, il tappeto ed arredi vari funzionali ed un’illuminazione adeguata della sala, considerando la mancanza di applique alle pareti.

Essendo fotomontaggi, gli oggetti inseriti potrebbero avere proporzioni distorte.

Salotto della Regina Maria Carolina

Quella che attualmente è indicata quale “Seconda Sala di Lettura della Biblioteca Palatina”, al tempo era in realtà il salotto della Regina. Ella amava molto lo stile Rococò, pertanto essendo una sala di stile transizione (il caminetto – non visibile in foto, è rococò e ci sono molte decoraizoni floreali su pareti e soffitto.), ho creato un’ipotesi ricostruttiva inserendovi un salotto rococò della Reggia oggi a Montecitorio, vari dipinti della Reggia, etc.

P.S. Non avendo la foto della poltrona vista da dietro, ho dovuto modificarne una nei limiti del possibile.

Essendo fotomontaggi, gli oggetti inseriti potrebbero avere proporzioni distorte.

 

Ricerca degli arredi scomparsi

Studiando libri d’epoca, e grazie alla mia passione per l’antiquariato, sono risalito a circa cento oggetti scomparsi dalla Reggia ed ora localizzati in altre sedi italiane ed estere.

Inoltre, ad esempio, ho scoperto che nella Sala del Trono non solo mancano i lampadari, ma erano ben 10 non 6 come scritto in un libro dei primi del ‘900. Questo è solo un esempio, vi sono molte altre ricerche personali che ho condotto sulla Reggia.

Datazione di un oggetto antico

Da appassionato di antiquariato posso descrivere e datare un oggetto antico, oltre a collocarlo in posizione corretta all’interno di un ambiente storico. Ad esempio quuesta datazione dell’epoca e dello stile di alcuni lampadari.

Fotografie

Alcune mie fotografie della Reggia. Per altre fotografie vedi la pagina dedicata

Salvatore Scarfone
Don`t copy text!